October 6, 2012

I Cinque Pianeti Potenzialmente Abitabili più Promettenti


Il sogno degli appassionati di fantascienza, degli astrofili, e di tutti gli astronomi professionisti si è ormai avverato da tempo: sappiamo che esistono pianeti extrasolari, in quantità tale da sbalordire.

Nella sola Via Lattea potrebbero esistere decine o centinaia di miliardi di pianeti, un numero ben superiore alle previsioni (del tutto ipotetiche) degli astronomi del passato.

La scoperta di oltre 700 pianeti extrasolari (siamo a quasi 800), inoltre, ci ha fatto comprendere che i pianeti potenzialmente abitabili potrebbero essere relativamente comuni nel nostro vicinato cosmico: secondo stime teoriche recenti, infatti, nella nostra galassia potrebbero esistere centinaia di milioni di pianeti che orbitano nella zona abitabile del loro sistema.

L'elenco qui sotto riporta i cinque pianeti potenzialmente abitabili più promettenti. Anche se non possiamo avere alcuna certezza sulla reale composizione della loro atmosfera e sulle condizioni climatiche, alcuni modelli di simulazione mostrano che, in presenza di determinate condizioni, esisterebbero tutti i presupposti per un ambiente favorevole allo sviluppo della vita.
Gliese 581g
Pianeta controverso fin dall'annuncio della sua scoperta, dato che alcuni ricercatori dubitavano della sua stessa esistenza. Si troverebbe a circa 20 anni luce da noi, e avrebbe 2-3 volte più massa della Terra, con un anno che durerebbe 30 giorni. La sua orbita sembra trovarsi all'interno della zona abitabile, posizione grazie alla quale il pianeta potrebbe ospitare acqua allo stato liquido.
Sono sorte molte controversie sull'esistenza e la composizione di Gliese 581g. Considerando la vicinanza alla stella, non sperimenterebbe un ciclo delle stagioni, e avrebbe temperature atmosferiche comprese tra i -37°C e i -12°C. Nonostante le temperature, l'acqua liquida potrebbe esistere grazie alla presenza di sufficienti gas serra nell'atmosfera.
 
Gliese 667Cc
Scoperto nel febbraio del 2012, ha una massa 4,5 volte superiore a quella terrestre, e orbita in 28 giorni attorno ad una nana rossa posizionata a 22 anni luce da noi, nella costellazione dello Scorpione.
Il pianeta si trova nella sua zona di Goldilocks, e potrebbe avere temperature simili a quelle terrestri grazie ad un flusso stellare simile a quello del nostro pianeta.
Kepler-22b
Avvistato per la prima volta dal telescopio Kepler nel dicembre del 2011, è un pianeta super-Earth la cui atmosfera potrebbe essere satura di gas serra capaci di mantenere una temperatura costante di 22°C sulla superficie del pianeta.
Il pianeta si trova a circa 600 anni luce da noi nella costellazione del Cigno, e orbita attorno alla stella Kepler-22 in 290 giorni terrestri.
Kepler-22b potrebbe essere simile a Nettuno, un pianeta-oceano, o addirittura un pianeta roccioso dotato di una gravità sette volte superiore alla nostra. L'unico dato certo, tuttavia, è che si trova nella zona abitabile del suo sistema solare: la distanza media dal suo sole è del 15% inferiore a quella del sistema Terra-Sole, ma Kepler-22 produce una luminosità del 25% inferiore a quella della nostra stella.
 
HD 85512b
Dalla massa 3-4 volte superiore a quella terrestre, è uno dei pianeti extrasolari potenzialmente abitabili più vicini a noi, a "soli" 35 anni luce nella direzione della costellazione delle Vele. La gravità sarebbe pari a 1,4 volte quella sperimentabile sulla superficie della Terra, e la temperatura degli strati più alti dell'atmosfera arriverebbe a 24°C, ma finora non è stato possibile calcolare la temperatura di superficie.
Il pianeta riceve 1,8 volte la quantità di luce che bombarda la Terra, e potrebbe essere ricoperto da nubi in grado di scatenare l'evaporazione completa dell'acqua del pianeta.
 
Gliese 581d
Sette volte più massiccio della Terra, si trova a 20 anni luce dalla Terra, nella costellazione della Bilancia. E' il primo pianeta extrasolare mai avvistato all'interno della presunta zona abitabile della sua stella.
Dalla Terra non è possibile, per ora, osservarlo direttamente, e tutte le ipotesi sulla sua possibile abitabilità sono state fatte utilizzando modelli teorici e previsioni sulle orbite, ma Gliese 581d sembra essere uno dei migliori candidati per l'abitabilità.
Gliese 581d potrebbe essere un pianeta-oceano: sebbene riceva solo il 30% di luce rispetto alla Terra (Marte ne riceve il 40%), l'effetto serra del pianeta altererebbe il clima rendendo possibile l'esistenza di acqua liquida. Lo stesso succede sulla Terra: senza la presenza di una certa quantità di gas serra nella nostra atmosfera, le temperature della Terra sarebbero estreme: 150°C di giorno e -150 di notte.
 
 
SILENT OBSERVER:

No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

see also.... vedi anche....