April 30, 2013

Planet X: Dark Star, il ritorno del secondo Sole


I nostri occhi ricevono segnali visivi sprigionati dalle stelle sotto forma di costante brillìo che si irradia tra le buie profondità dello Spazio oscuro. Tale brillìo può diffondersi a tal punto da raggiungere immense distanze, ma gli occhi non vedranno mai le stelle nascoste nell'ombra delle tenebre.
http://silentobserver68.blogspot.com/2013/04/planet-x-dark-star-il-ritorno-del.html
E mentre dentro al Sistema Solare le comete e gli asteroidi aumentano di gran numero, i Guardiani Multidimensionali discendono dai mondi sensoriali e interagiscono col nostro mondo fisico. Essi lottano per contrastare le “Avanguardie” che avanzano tra i nostri cieli; minacciosi “precursori” inviati da un mostro distruttivo nascosto tra le inesplorate profondità della Nube di Oort. Un mostro di fuoco oscuro destinato a divenire il più terribile degli eventi che ciclicamente si abbattono sulla Terra.

La Stella Binaria del Sole (Parte 2 di 2) – La misteriosa Orbita di una Compagna Oscura


Se la stella compagna (binaria) del Sole, una nana bruna, dovesse arrivare ad attraversare una regione vicina ai confini del nostro sistema planetario, potremmo seriamente ritrovarci uno dei suoi pianeti (precisamente quello dall’orbita più distante da questa stella) già dentro al Sistema Solare.
http://silentobserver68.blogspot.com/2013/04/la-stella-binaria-del-sole-parte-2-di-2.html
L’esatta posizione di questo Pianeta X è legata principalmente al periodo di rivoluzione che l’astro stesso compie orbitando attorno a questa stella compagna del Sole, la quale, a seconda della distanza percorsa nella propria orbita, costituirebbe il vero filo conduttore tra il Pianeta X e il nostro Sistema Solare.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

see also.... vedi anche....