October 30, 2012

Apocalisse? Miti Antichi e Profezie



Chi di noi non ha mai pensato all’eventualità che il mondo possa un giorno finire? Le profezie distruttive sono tante quante le stelle presenti nel cielo.
http://silentobserver68.blogspot.com/2012/10/apocalisse-miti-antichi-e-profezie.html
I miti antichi sul mondo si rivolgono principalmente a due grandi questioni: gli inizi e la fine. È universale la preoccupazione per il modo in cui il mondo e la vita umana, così come la conosciamo, siano cominciati e, ancor più importante, come finiranno, o quali catastrofi l’uomo dovrà sopportare per sopravvivere.

Profeti sia religiosi che profani si sono ugualmente occupati dell’avvicinarsi di un’apocalisse globale. Il veggente francese del sedicesimo secolo Nostradamus, solitamente sibillino quando si tratta di date specifiche, scelse di essere inconsuetamente esatto quando giunse alla seguente predizione: «Nell’anno 1999, al settimo mese, giungerà dal cielo un grande re del terrore …». 

Non ci rimane molto da aspettare per sapere che cosa Nostradamus avesse in mente. Per giunta, altre fonti suggeriscono che una sorta di terribile giudizio o prova sia vicina.

http://silentobserver68.blogspot.com/2012/10/apocalisse-miti-antichi-e-profezie.htmlLa teologia islamica ha profetizzato che la religione musulmana durerà fino a poco tempo dopo il giorno in cui l’uomo avrà camminato sulla luna. Secondo una tradizione buddista, il buddismo terminerà con la detronizzazione del tredicesimo Dalai Lama, e anche questo è avvenuto. Una profezia dell’Antico Testamento dice che il secondo avvento del Messia avverrà nel corso di una generazione dal reinsediamento degli ebrei nella loro patria originaria. 

E quella che è la più splendida realizzazione della civiltà mesoamericana, il calendario Maya, indica un’interruzione catastrofica nel dicembre 2012, che dovrebbe corrispondere alla fine dell’epoca attuale, la quinta della storia dell’umanità. Il quinto ciclo, denominato Tonatiuh, dovrebbe chiudersi con immani cataclismi o terremoti. 

L’importanza di questi vari miti e tradizioni d’incombenti disastri non consiste nel fatto che essi variano di data, ma nel loro concorde e impressionante convergere verso la chiusura dell’attuale secondo millennio, il 2000 d. C., l’astrologica Era dei Pesci. 

Rimane da vedere se gli antichi avevano ragione.

source


SILENT OBSERVER:

1 comment:

  1. Vi sarei grato se qualcuno potesse dirmi chi è l'autore di quel magnifico dipinto dell'apocalisse che vi è ad inizio articolo.

    Grazie in anticipo a tutti :)

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

see also.... vedi anche....