September 20, 2012

Giove: ultimi aggiornamenti sulla collisione - Jupiter update: Disappearing Asteroid


JUPITER e gli asteroidi: In tutto il mondo gli astronomi dilettanti si sono lanciati nella scansione del disco planetario di Giove alla ricerca di segni residui di un'esplosione testimoniata da Dan Peterson e George Hall il 10 settembre scorso. Fino ad ora lo strato di nubi è senza tracce. "Diversi osservatori hanno ottenuto eccellenti immagini delle rotazioni successive a quella dell'impatto e non vi è nulla di nuovo, né di caratteristico nel sito dell'impatto", scrive John H. Rogers, direttore della sezione Giove della British Astronomical Association:
La luce osservata è stata probabilmente causata da un piccolo asteroide o da una cometa che ha colpito Giove. A quanto pare, il pianeta gigante ha inghiottito e digerito rapidamente l'intruso senza registrare alterazioni della propria immagine. Quando frammenti della cometa Shoemaker-Levy 9 hanno colpito Giove nel 1994, ogni flash osservato dalla sonda Galileo della NASA ha prodotto una "contusione", un livido, una miscela torbida di polvere cometaria incenerita è andata a miscelarsi chimicamente nei gas gioviani in continua torsione e vorticoso movimento tra le nuvole. Nel luglio 2009, l'astrofilo Anthony Wesley aveva scoperto un'altro marchio simile che si pensò essere i detriti di un asteroide schiantatosi contro il pianeta. Ma allora, dove sono i detriti, i segni dell'impatto questa volta? Forse l'evento è stato piccolo, appena sufficiente per fare un flash, ma senza lasciare ulteriore traccia. In effetti, gli studi suggeriscono che Giove sia spesso colpito da asteroidi relativamente piccoli, di circa 10 metri. In tali casi è logico non attendersi segni evidenti. Quindi, per il momento, l'osservazione ritorna al normale monitoraggio.

source: http://antaresnotizie.blogspot.it/



SILENT OBSERVER:
CI TROVI ANCHE SU FACEBOOK
eng:
JUPITER, DISAPPEARING ASTEROID:
More than a week after amateur astronomers witnessed an explosion in the cloudtops of Jupiter more powerful than an atomic bomb, no debris has appeared at the blast site. 


"I took a picture of Jupiter on Sept. 15th using the same telescope that I used to observe the brilliant fireball flash above Jupiter's clouds on the morning of Sept. 10th," reports Dan Petersen of Racine, Wisconsin, the man who saw the explosion first. "This photo shows that five days after the explosion there was still no signature debris cloud near 'ground zero.'"
The absense of debris suggests that the source of the explosion, probably an asteroid, was small. Studies show that Jupiter is a frequent target for 10-meter class space rock, and this is almost certainly another example of Jupiter getting hit. The giant planet absorbed the explosion and swallowed the remains of the asteroid whole.

source: http://www.spaceweather.com/

SILENT OBSERVER:
FOLLOW US ALSO ON FACEBOOK 

No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

see also.... vedi anche....